Category: Teoria mediale della storia

La rubrica si interroga sul rapporto tra artefatti e teoria della storia. Essa muove dal presupposto che anche le immagini, i brani musicali, l’architettura, i cibi, le sculture, le istallazioni e i film siano in grado di trasmettere in modo persuasivo ed originale riflessioni di teoria della storia. Sebbene il riferimento alla teoria resti talvolta implicito o emerga solo casualmente, determinati artefatti sono comunque in grado di modificare, ampliare o persino disorientare il nostro sguardo sulle teorie. Sono anche capaci di produrre teorie proprie non comprensibili (solamente) per mezzo del linguaggio, ma percepibili ed afferrabili tramite la vista, l’udito, l’olfatto o il tatto?
Con questa rubrica vorremmo invitarvi a presentare artefatti quali immagini, suoni, sequenze di montaggio o altro e descrivere il loro rapporto alla teoria della storia:

• Quale teoria o riflessione sulla storia è esperita tramite l’artefatto? Quali riferimenti teorici possono essere individuati?
• Come viene percepita la teoria tramite l‘artefatto? Quali sensi giocano un ruolo in questa esperienza?
• In che misura l’artefatto amplia o disorienta la nostra comprensione della teoria della storia?
• Produce l’artefatto una teoria della storia o questioni teoriche proprie?
• Quali sono le nuove questioni sollevate dall’artefatto, per esempio in merito alla temporalità e alla medialità?

Search OpenEdition Search

You will be redirected to OpenEdition Search